per chi ne vuole sapere di più sulla Chiesa “Vecchia”

Alcuni articoli fà abbiamo parlato del restauro della chiesa di Santa Maria delle Grazie e del restauro che sta andando avanti da un pò di anni.

Bene mentre si pulivano gli altarini laterali e l’organo sono state trovate molte cose interessanti e dalle date rinvenute bisogna dire che Sante Marie di anni sulle spalle ne ha.

I più curiosi si potranni sbizzarrire con le foto che l’amico Gabriele ci ha inviato. Noi come al solito sollecitiamo tutti gli “amanti” di Sante Marie ad inviarci documenti e foto interessanti.

A presto

100_1494.JPG100_1501.JPG100_1509.JPG                                            

100_0935.JPG

                                                            100_1504.JPG

 

per chi ne vuole sapere di più sulla Chiesa “Vecchia”ultima modifica: 2009-06-23T08:00:00+02:00da santemarie
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “per chi ne vuole sapere di più sulla Chiesa “Vecchia”

  1. Schön und gut! Aber……. Va´bene che in arte e´tutto permesso ma credo che sia la prima volta che vedo il ritratto di una Madonna con il naso da pugile, o ho visto male? Sí sa chi e´” L´Artista ” che lo ha dipinto? Se e’ un dipinto antico e’ una senzazione perche credo che non ne esistano eguali e sarebbe uno bello slogan per promuovere le visite di quelli che fanno vacanze d´Arte. Oppure e’ lo scherzo di qualcuno che qualche anno fa´si e’ preso la briga di voler abbellire le pareti della chiesa peccando di troppa fiducia nella sua facolta artistica. Con cio’ non voglio sminuire la preziosita dell´affresco pero e´chiara la manodopera di un laico anche se’ di chissa’ quando. Langensteinbach 28.6.2009 Kleppero.

  2. Sicuramente l’autore dell’affresco era uno che se ne intedeva! Perchè quelli che stavano lavorando nella Chiesa e che hanno riportato alla luce l’affresco erano di Teramo e sono rimasti meravigliati della bellezza dell’affresco (nascosto da cemento e sporcizia) da molti anni!L’autore non si conosce però è facile pensare che ci sia un collegamento con la presenza del Beato Tommaso da Celano morto a Valdei Varri nel monastero delle Monache Clarisse e dopo molti anni (1560 circa) trasportato a Tagliacozzo nella Chiesa di san Francesco!
    Speriamo che al più presto la bella Chiesa Madre possa tornare ai suoi antichi splendori!Gabriele

Lascia un commento